migliori-bici-elettriche

Le migliori bici elettriche del 2020

L’amore per la bicicletta è rimasto sempre con noi, fin dall’infanzia e spesso si è trasformato in passione. Nel corso del tempo la tecnologia, e le ricerche di nuovi materiali hanno contribuito realizzare e migliorare le prestazioni, creando la bici elettrica. 

Attualmente la bicicletta elettrica rappresenta un prodotto molto ricercato, anche in virtù del nuovo Bonus Mobilità (di cui abbiamo parlato nel dettaglio quì). In questo articolo, noi vi presenteremo le migliori bici elettriche attualmente in commercio.

Top 5 delle migliori biciclette elettriche

Per questa analisi, abbiamo selezionato 5 prodotti TOP sul mercato delle E-Bike. Queste sono:

  • Gunai: la bici elettrica migliore in assoluto
  • Nilox X5: la migliore bici elettrica per qualità/prezzo
  • Argento Omega: la migliore bici elettrica per qualità dei materiali
  • NCM Moscow Plus: la migliore bici elettrica per prestazioni
  • Revoe Urban: la migliore bici elettrica da trasportare

Vediamo ora nel dettaglio le caratteristiche di questi 5 prodotti.

1. GUNAI: la bici elettrica migliore in assoluto

L’E-Bike GUNAI, un marchio d’eccellenza, con il suo telaio in alluminio con forcella anteriore ammortizzata, un potente motore da 1000 Watt alimentato dalla batteria da 48V e che ha la capacità di percorrere lunghe distanze. Si tratta di una mountain bike, quindi può essere utilizzata sia in città sia su terreni dissestati.

La velocità massima di 45 km/ h e gli pneumatici da 4 “aiutano a contrastare con facilità la sabbia, la neve o la strada. Questo prodotto ha un design elegante e un sistema di trasmissione professionale Shimano a 21 velocità per più cambi di marcia in diverse condizioni stradali.

Si trova online seguendo questo link: il prezzo è effettivamente alto, come del resto lo sono le sue prestazioni. 

2. Nilox X5: la bici elettrica migliore per qualità/prezzo

Nilox X5 è una bici comoda e sicura, con il telaio ribassato e un design pensato appositamente per la città; la bici è dotata di cambio Shimano a 6 marce e pedalata assistita.

Pesa 23kg e le ruote da 26″, con una larghezza di 1,75″, sono ottime per superare senza difficoltà gli ostacoli del pavimento stradale come buche e altri dislivelli. Ha una autonomia nelle condizioni ottimali di percorrenza di circa 55 km. Come da normativa, di cui parleremo in seguito,  il motore è di 250W e la velocità massima di 25 km/h: è possibile scegliere 3 velocità (15-20-25km), tramite l’apposito comando sul manubrio. Bella elegante e dal design classico. 

Come si vede seguendo questo link ad Amazon, il rapporto prezzo/qualità è ottimo.

3. Argento Omega: la migliore bici elettrica per qualità dei materiali

Argento Performance è un brand made in italy sinonimo di qualità e serietà. La cura dei particolari e le prestazioni elevate fanno sì che il costo sia giusto per una regina tra le mountain bike elettrica. Le ruote KENDA da 27,5″ con una larghezza da 3″ rendono, infatti, l’e-bike molto versatile ed agile anche sui terreni più difficili.

Il design elegante con le impugnature in eco-pelle e i cerchioni in alluminio. Tutti i componenti sono di ottima qualità costruttiva. Notevole anche il sistema frenante (a disco) che garantisce sicurezza anche nei percorsi più difficili. Autonomia e la distanza percorribile di circa 80 km, grazie alla batteria Samsung da 36v 10.4Ah integrata. Il motore da 250w è situato nella parte posteriore, con cambio Shimano a 7 velocità ed offre la possibilità di scegliere tra 5 livelli di assistenza della pedalata. 

Si trova a un ottimo prezzo su Amazon, seguendo questo link.

4. NCM Moscow Plus: la migliore bici elettrica per prestazioni

NCM un brand giovane, ma molto famoso a livello europeo, per la qualità dei materiali e prestazioni elevate.

Moscow plus è una bici elettrica da trekking dal potente motore, batteria da 700Wh capace di percorrere grandi distanze. Un gioiello per gli appassionati di ciclismo.

Si possono leggere i dettagli, seguendo questo link ad Amazon.

5. Revoe Urban: la migliore bici elettrica da trasportare

Revoe Urban, ha realizzato una bicicletta top per la città; una bici pieghevole dal design innovativo e dal meccanismo di chiusura semplice per il trasporto in auto, autobus, pesa solo 19 Kg.

La Revoe Urban è dotata di un motore anteriore da 250W, ruote da 14″, freni V-brake più a tamburo. Raggiunge una velocità di 25 km/h. Inoltre, dispone di una batteria al litio da 36v e 7,8 Ah con tempi di ricarica aggirano intorno alle 4 ore.

L’Innovazione, qualità e unicità il prezzo è più che buono, come si osserva quì su Amazon.  

Le biciclette elettriche sono legali?

Sulle strade circolano sempre più bici elettrica e questo ha reso necessario una regolamentazione: con la direttiva europea del 2020 le bici elettriche a motore devono rispettare regole della strada al pari delle biciclette normali, purchè mantengano una velocità massima di 25 km/h e un motore di potenza non superiore ai 250 Watt.

Per conoscere i dettagli, è possibile consultare l’approfondimento de “La legge è uguale per tutti”.

Qual è la differenza tra bici elettriche a motore e a pedalata assistita?

Distinguiamo le bici elettriche in due categorie: elettriche a pedalata assistita e elettriche a motore.

  • Bici elettriche a pedalata assistita raggiungono una potenza motore di 0,25 kW e una assistenza fino a 25 km/h e la sua interruzione se il ciclista smette di pedalare. In questo modello c’è la facoltà del ciclista di poter disattivare l’aiuto motore. Le bici a pedalata assistita sono considerate come le classiche bici senza motore.
  •  Bici elettriche a motore il ciclista non pedala, il motore ha una potenza superiore a 0,25 kW , velocità massima di 45 km/h. Il Codice della Strada include questi mezzi nella categoria dei ciclomotori. Di conseguenza è necessario per legge: munirsi di casco, assicurazione RC moto, targa, patente, documenti, specchietto retrovisore e fari di posizione.

Qualsiasi sia la tipologia di bici elettrica che avete intenzione di acquistare, vi suggeriamo di valutare bene alcuni parametri di cui parleremo di seguito.

Come si richede il Bonus sulla bici elettrica?

Attraverso il Decreto Dignità, il governo ha stanziato un bonus pari al 60% dell’acquisto di bici e altri veicoli elettrici, fino ad un massimo di 500€.

Il bonus in questione può essere richiesto se si è residenti in città con un minimo di 50.000 abitanti e può essere attivato retroattivamente.

Questo significa che, acquistando ora una bici elettrica o un monopattino elettrico, e conservandone la ricevuta, si potrà richiedere il rimborso del 60% del costo.

Ad esempio, se si deciderà di acquistare una bicicletta elettrica del valore pari a 800€ si otterrà un rimborso di 480€. Quindi in sostanza si pagherà la bici elettrica solo 320€ Di certo un bel guadagno!

Come abbiamo detto il bonus può essere utilizzato sia diverse tipologie di veicoli elettrici, tra cui anche i monopattini elettrici di cui abbiamo parlato in questo articolo.

Come scegliere la migliore bicicletta elettrica?

Per scegliere la migliore bicicletta elettrica per le nostre esigenze, possiamo prendere in considerazione i seguenti fattori:

Motore

La sua posizione del motore delle bici a pedalata assistita può essere collocato nella parte anteriore, posteriore o centrale. Quindi è necessario verificare la collocazione del motore per stabilire il potenziale delle prestazioni del mezzo, infatti: 

  • un motore anteriore,  modifica la trazione posteriore della bici, rendendola meno stabile su sterrati e salite.
  • Un motore posteriore, darà più stabilità alla bici, ma è scomodo per accedere alla ruota, in caso di sostituzione o smontaggio della stessa.
  •  un motore centrale è la posizione ideale per il motore, ma anche un fattore di aumento di prezzo nella fase di acquisto della bici.

Un altro fattore da valutare è poi la potenza del motore.

Potenza del motore per le bicicletta elettrica

La batteria e il motore parti strettamente correlati tra loro nel momento in cui bisogna sostituire o acquistare una nuova batterie.

La potenza del motore non è condizionato dal voltaggio  della batteria; infatti nella scheda tecnica della bici elettrica troverete queste indicazioni: 250W/24V oppure  250W/36V, potrete constatare che il valore del motore resta costante anche al variare del voltaggio della batteria.(24V-36V su una potenza motore di 250W)

Il motore si arresterà al raggiungimento della velocità di 25 km/h, per ripartire quando i valori scenderanno sotto i 25 km/h, in questo lasso di tempo sarà la forza del ciclista con la sua pedalata e continuare il viaggio.

Batteria

Agli ioni di litio ricaricabili; durano dai due ai tre anni con una capacità di 280-300Wh.

Assistenza alla pedalata

Il motore di una bicicletta elettrica a pedalata assistita, grazie ai sensori, si ferma nel momento in cui il ciclista smette esercitare la sua forza sui pedali.

Esistono di due tipi di sensori:

  • Sensore di rotazione o di pedalata: con questo tipo di sensore l’attivazione del motore avviene con la pedalata; il sensore invia il segnale di accensione al motore solo nel momento in cui rileva il movimento dei pedali.
  • Sensore di sforzo: si attivarsi alla prima pedalata, non appena il piede preme sul pedale. Il tipo di assistenza fornita è di tipo modulare, ovvero aumenta e diminuisce in relazione allo sforzo che stiamo compiendo. 

Sempre riguardo alla bicicletta a pedalata assistita, si deve considerare anche il livello di assistenza come vediamo di seguito.

Livelli di assistenza

Entrambi i sensori possono offrire diversi livelli di assistenza alla pedalata. Si va da un minimo di due livelli a crescere, con una media fra i 3 ed i 5. Un motore con più di 5 livelli di assistenza si può considerare di alta qualità, mentre al di sotto dei 3 stiamo parlando di motori economici dalle basse prestazioni.

Caratteristiche di struttura e telaio

Peso e taglia:

  • Leggera: peso inferiore ai 20 kg
  • Peso medio: fra i 20 e i 22 kg
  • Pesante: peso compreso fra i 23 ed i 28 kg
  • Molto pesante: peso superiore ai 28 kg

È  importante che il telaio sia allo stesso tempo robusto e leggero, oltre ad essere disponibile in diverse misure, taglie, per adattarsi al meglio alla corporatura dell’utente.

Forma

La principale destinazione d’uso di una bicicletta né influenza la forma del telaio, ad esempio: sottile nel caso di una bici da corsa e più spesso e robusto nel caso di una mountain bike.

Materiale

Il materiale del telaio influisce sul peso della bicicletta. I materiali più comuni sono l’acciaio, l’alluminio e la fibra di carbonio.

Il primo è sicuramente il più economico ma più pesante fra i tre, mentre la fibra di carbonio è la più leggera, ma la sua robustezza dipende dal numero di strati di cui è composta. Per andare sul sicuro, potrebbe essere consigliabile scegliere un telaio in alluminio, leggermente più pesante della fibra di carbonio, ma resistente e versatile.

Forcella e ammortizzatori

La forcella è la parte anteriore del telaio accoglie la ruota anteriore della bicicletta. Può essere:

  • dello stesso materiale del telaio
  • di lega ammortizzata
  • dotata di ammortizzatori

Quest’ultima è sicuramente la soluzione migliore per le bici elettriche per attutire le sollecitazioni sui vari percorsi, ed evitare danni al motore, nelle bici elettrica ci sono coppia di ammortizzatori

Freni per le bici:

Ci sono due tipologie e infinite combinazioni:

  • freno a disco sulla ruota anteriore 
  • freno v-brake sulla anteriore

Ma per le bici elettriche sono:

  • Freni a tamburo: sono tra i freni di più vecchia data ed hanno il vantaggio di essere molto economici. 
  • Freni v-brake: Sono un’evoluzione dei freni a tamburo, montati sulla forcella e al momento della frenata agiscono direttamente sul cerchio della ruota andando a comprimerlo fino ad arrestare completamente il movimento.
  • Freni a disco: il meglio nel campo dei freni, agiscono direttamente sul mozzo delle ruote con una maggior potenza di frenata.
  • freni a disco idraulici, ottimi perchè possono modulare ancora meglio la frenata.

Vediamo ora un altro fattore molto importante: le ruote.

Le ruote

La grandezza delle ruote varia solitamente dai 12” a 29” con una larghezza che varia da circa 1,5″ a oltre 4″,in questo caso si parla di fat bike.

La scelta cambia in base al tipo di strada che si intende percorrere. Normalmente, 26″-28” sono ideali per una bici elettrica da utilizzare in città. Le fat bike sono ruote molto larghe consigliate per percorsi estremi; garantiscono aderenza su fango, acqua, neve e sabbia. 

Funzionalità e accessori 

Si tratta delle funzionalità e degli accessori extra del veicolo come: computer di bordo dove consultare velocità e livello di batteria; regolatore di velocità; contachilometri; connettività Bluetooth; porta USB; parafanghi; portapacchi; e molto altro ancora.

In questo caso, dipende molto dalle vostre esigenze e da cosa ritenete necessario avere.

Conclusioni sulle biciclette elettriche

Vi abbiamo presentato modelli di biciclette elettriche considerate tra le migliori  in commercio, abbiamo elencato le caratteristiche da prendere in considerazione al momento del vostro acquisto, per offrirvi una guida utile e consapevole.

L’uso sempre più globale, delle bici elettriche ha reso necessario l’applicazione di nuove le regole per la sicurezza stradale, come abbiamo visto.

La bici elettrica è un mezzo di trasporto versatile, che possiamo usare nelle escursioni in montagna, per andare a lavoro o stare in città senza inquinare l’ambiente. Inoltre, adesso possiamo usufruire del Bonus Mobilità per l’acquisto delle bici elettriche, rendendo la spesa davvero ridotta.

FAQ Migliori Biciclette Elettriche – Domande Frequenti

Qual è la migliore bici elettrica pieghevole?

Tra le diverse marche proposte e in base alle nostre analisi, la migliore bicicletta pighevole è risultata essere Revoe Urban, di cui abbiamo parlato quì.

Come richiedere il bonus mobilità per bici elettriche?

Il bonus mobilità può essere richiesto per diversi i veicoli elettrici tra cui anche le bici. Per richiederlo si può acquistare la bici, conservare lo scontrino e poi fare richiesta tramite il sito web apposito. Ne abbiamo parlato quì.

Qual è la migliore bici elettrica in assoluto?

Secondo noi, la migliore bici elettrica in assoluto è la mountain bike Gunai, per diversi fattori che abbiamo stilato in questo paragrafo.

Pubblica un commento